Farmacia italiana online: acquisto cialis in Italia e Roma senza ricetta.

Nota preparazione colonscopia

MODULO INFORMATIVO PER IL PAZIENTE SULLA COLONSCOPIA E SUA PREPARAZIONE
CHE COS’È LA COLONSCOPIA?
La colonscopia è un esame che serve a visualizzare l’intestino (colon e retto). L’indagine si effettua
introducendo uno strumento flessibile di piccolo diametro (colonscopio) attraverso l’ano e risalendo
il colon, insufflando un po’ d’aria per distenderne le pareti. Durante l’indagine potranno rendersi
necessarie alcune manovre operative per asportare in modo assolutamente indolore, piccoli
campioni di tessuto (biopsie) o piccoli polipi (polipectomie) su cui eseguire un esame istologico.
Ulteriori informazioni sulle modalità dell’indagine endoscopica saranno fornite dal medico
endoscopista.
GUIDA ALLA PREPARAZIONE PER LA COLONSCOPIA
Al fine di rendere la colonscopia il meno fastidiosa, il più accurata e completa possibile, le
proponiamo di leggere e di seguire queste brevi e semplici indicazionI:
DIETA
Almeno 5 giorni prima dell'esame non assumere: frutta, verdura, alimenti integrali e tutti gli altri tipi
di fibre.
La dieta consigliata prevede pane comune o all'olio, pasta, carne di ogni tipo, prosciutto (crudo o
cotto), pesce di ogni tipo, latte e formaggi di ogni tipo, uova e dolci che non contengano fibre. Non
mangiare cibi solidi nelle 2 ore che precedono l’assunzione della soluzione lassativa e fino
all’esecuzione della colonscopia; ad esempio la sera precedente l’esame sono concessi brodo
senza pasta o bibite zuccherate. Si possono assumere liquidi zuccherati (ma non latte e derivati)
fino a 3 ore prima dell’esame.
PREPARAZIONI PER LA PULIZIA INTESTINALE E MODALITA’ D’USO
La scelta della modalità di preparazione deve essere effettuata in base al tipo di preparato,
prescritto dal medico curante, ed orario di esecuzione della colonscopia. Le preparazioni a base di
POLIETILENGLICOLE (PEG) sono da preferirsi e si distinguono in 2 tipi: ad alto volume ( 4 litri di
PEG) o a basso volume ( 2 litri di PEG + 1 litro di acqua )
PREPARAZIONI AD ALTO VOLUME: (4 litri di PEG) (ISOSMOLARI)
Può essere utilizzato uno tra i seguenti preparati seguendo le rispettive indicazioni:

ISOCOLAN 34,8 G (MACROGOL 4000): sciogliere le 8 bustine della confezione in 4 litri di
acqua: 2 bustine per ogni litro d’acqua, ripetendo l’operazione 4 volte. KLEAN–PREP (MACROGOL 3350): sciogliere 4 buste della confezione in 4 litri d’acqua: 1
busta per ogni litro d’acqua, ripetendo l’operazione per 4 volte MACRO-P (MACROGOL 4000): sciogliere 16 bustine della confezione in 4 litri d’acqua: 4
bustine per ogni litro d’acqua, ripetendo l’operazione per 4 volte POLIETILENEGLICOLE ABC/COLIREI (MACROGOL 4000): sciogliere 16 bustine della
confezione in 4 litri d’acqua: 4 bustine per ogni litro d’acqua, ripetendo l’operazione per 4 volte SELG-ESSE 1000 OPPURE SELG 1000 (MACROGOL 4000): sciogliere 4 buste della
confezione in 4 litri d’acqua: 1 busta per ogni litro d’acqua, ripetendo l’operazione per 4 volte SE LA COLONSCOPIA E' FISSATA ALLA MATTINA (8.00-13.00): il pomeriggio precedente
l’esame endoscopico tra le ore 16.00 e le ore 19.00 assumere: 3 buste (o l'equivalente: v. elenco
dei prodotti) del preparato disciolte in 3 litri di acqua (1 litro ogni ora). Il mattino dell'esame dalle
ore 6.00 alle ore 7.00 assumere una busta del preparato disciolta in un litro di acqua.
SE LA COLONSCOPIA È FISSATA AL POMERIGGIO (DOPO LE 13.00): il pomeriggio del giorno
precedente l’esame endoscopico tra le ore 17.00 e le ore 19.00 assumere: 2 buste (o
l'equivalente: v. elenco dei prodotti) del preparato disciolte in 2 litri di acqua (1 litro ogni ora). Il
mattino del giorno dell’esame dalle ore 9.00 alle ore 11.00 assumere altre 2 buste del preparato
disciolte in 2 litri di acqua.


PREPARAZIONI A BASSO VOLUME (2 litri di PEG) (ISOSMOLARE)
MOVIPREP (MACROGOL 3350 + ACIDO ASCORBICO)
SE LA COLONSCOPIA E' FISSATA ALLA MATTINA (8.00-13.00):
il pomeriggio precedente
l’esame endoscopico tra le ore 17.00 e le ore 18.00 assumere: 1 bustina A + 1 bustina B del
preparato disciolte in 1 litro di acqua e a seguire assumere mezzo litro di acqua o di altro liquido
(thè, camomilla). Il mattino dell’esame dalle ore 6.00 alle ore 7.00 assumere: 1 bustina A + 1
bustina B del preparato disciolte in 1 litro di acqua e a seguire assumere un altro mezzo litro di
acqua.
SE LA COLONSCOPIA È FISSATA AL POMERIGGIO (DOPO LE 13.00): Il mattino dell’esame
dalle ore 7.00 alle ore 9.00 assumere: 2 bustine A + 2 bustine B del preparato disciolte in 2 litri di
acqua e dalle ore 9.30 alle ore 10.30 assumere un altro litro di acqua.

PREPARAZIONI A BASSO VOLUME PEG (ISOSMOLARE) ASSOCIATA A LASSATIVO DA
CONTATTO (MISTA)

LOVOL-ESSE + LASSATIVO DA CONTATTO (MACROGOL 4000 + bisacodile)
SE LA COLONSCOPIA E' FISSATA LA MATTINA (8,00-13,00): il pomeriggio precedente l'esame,
alle ore 14, assumere 2 compresse di bisacodile (LOVOLDYL) da 5 mg, quindi, dopo almeno 4 ore
(ore 18.00 circa) sciogliere il contenuto di ogni busta di LOVOL-Esse in 500 ml di acqua, per
complessivi due litri, da assumersi in circa 2 ore e a seguire bere almeno un litro di liquidi (acqua,
thè, camomilla).
SE LA COLONSCOPIA E' FISSATA AL POMERIGGIO (dopo le 13): il giorno prima dell'esame,
assumere 2 compresse di bisacodile (LOVOLDYL) da 5 mg alle ore 22.00 circa. La mattina
dell'esame sciogliere il contenuto di ogni busta di LOVOL-Esse in 500 ml di acqua, per complessivi
due litri, da assumersi in circa 2 ore dalle ore 7.00 alle ore 9.00 e a seguire un litro di liquidi
(acqua, thè, camomilla).
CONSIGLI PER LA PREPARAZIONE AD ALTO E A BASSO VOLUME DI PEG
• bere rapidamente un bicchiere grande di preparazione ogni 15 minuti. • se dopo l’assunzione della preparazione, a 2-3 ore prima dell’esame, non si osserva una pulizia intestinale ottimale (le ultime scariche dovrebbero essere composte da un liquido chiaro) sarebbe opportuno assumere un altro litro della preparazione stessa • se soffri di stitichezza o se in occasione di precedenti colonscopie, nonostante una preparazione ben eseguita, la pulizia intestinale fosse risultata insufficiente, 2 giorni prima dell'esame assumi, dopo cena , ad esempio 4-6 cp di Pursennid o un flacone intero di X-prep • si raccomanda di seguire sempre le eventuali indicazioni del medico di famiglia per la preparazione all’esame e le indicazioni del foglietto illustrativo SUGGERIMENTI UTILI
• è consigliabile raffreddare in frigorifero la soluzione per rendere più accettabile la sua • puo’ essere utile aggiungere alla soluzione, per cambiare il gusto, the’ o altre bevande • per contrastare l’eventuale insorgenza di nausea o di vomito durante l’assunzione della soluzione si possono associare farmaci anti-vomito disponibili in supposte o per iniezione intramuscolo (es.: levosulpiride, metoclopramide, etc.) chiedendo al proprio medico curante o al centro di endoscopia dove si eseguira’ l’esame • si raccomanda di finire la preparazione almeno 2 ore prima dall’inizio dell’esame NOTA BENE
Le preparazioni a base di PEG hanno un eccellente profilo di sicurezza e sono pertanto indicate
anche in pazienti con epatopatie, insufficienza renale e scompenso cardiaco. Inoltre, non causano
alterazioni macro o microscopiche della mucosa colica.
Esistono in commercio anche preparazioni alternative che possono essere utilizzate nel caso in cui
non siano tollerati i preparati sopra elencati (per es. per difficoltà all’assunzione di abbondante
quantità di liquidi). Tuttavia il loro profilo di sicurezza e’ inferiore rispetto alle preparazioni a
base di PEG e pertanto il loro utilizzo deve essere concordato con il proprio medico di
famiglia.


CASI PARTICOLARI
Per i pazienti con gravi patologie cardiache, per le donne in gravidanza o allattamento, per i
pazienti in età pediatrica, per i pazienti anziani con difficoltà all’assunzione di liquidi, per i pazienti
portatori di stomia, per i pazienti diabetici o con insufficienza renale cronica o in dialisi occorre di
solito una preparazione personalizzata, per cui è meglio rivolgersi sempre al proprio medico di
famiglia.
COSA È NECESSARIO FARE PER ESEGUIRE L’ESAME IN SICUREZZA?
• finire sempre la preparazione secondo le istruzioni: un intestino pulito infatti è il requisito fondamentale per poter svolgere bene l’esame e non avere limiti di visualizzazione. Mai autoridursi la quantità di liquidi da bere; se non si riesce a bere tutto, contattare il proprio medico di famiglia o il servizio di endoscopia dove si dovrà eseguire l’esame • avvertire il medico endoscopista di eventuali allergie e/o eventuali patologie cardiorespiratorie • avvertire della presunta o accertata gravidanza • segnalare sempre all’endoscopista se si esegue una terapia con antiaggreganti (es. Cardioaspirina, Cardirene, Aspirinetta, Tiklid, Plavix etc.) e/o anticoagulanti (es.: Coumadin, Sintrom, etc.) • se si è in terapia antiaggregante singola per patologia cardiovascolare a basso rischio (parlare con il proprio medico curante) è opportuno sospendere la terapia almeno 5 giorni prima dell’esame • se si è in terapia antiaggregante doppia per una patologia cardiovascolare ad alto rischio (parlarne con il proprio medico curante) (es.: Cardioaspirina + Plavix) occorre concordare con lo specialista cardiologo o con il proprio medico curante le eventuali modificazioni terapeutiche per la sospensione di uno o entrambi i farmaci. • se invece si e’ in terapia anticoagulante (Coumadin, Sintrom) bisogna rivolgersi al proprio medico di famiglia o al centro della coagulazione di riferimento per le modalità di sospensione della terapia stessa; il giorno precedente l'esame si deve eseguire l'INR (che deve essere inferiore a 1,5) il cui referto è da portare in visione al medico endoscopista il giorno della colonscopia • non sospendere l’assunzione di altri farmaci abituali

RACCOMANDAZIONI
In caso di sedazione
, nelle 12 ore successive è controindicato guidare ogni tipo di veicolo ed
eseguire attività che comportino prontezza di riflessi. E' necessario quindi che il paziente venga
accompagnato.
I donatori di sangue, successivamente all'esecuzione dell'esame, saranno temporaneamente
sospesi dalle donazioni per sei mesi.

COSA È NECESSARIO PORTARE?
1. impegnativa del medico di famiglia
2. portare l’esito di esami di laboratorio eventualmente eseguiti di recente per i pazienti che hanno sospeso la terapia anticoagulante portare l'esito relativo al valore dell' INR eseguito il giorno prima dell’esame 4. referti di eventuali esami strumentali precedenti: colonscopie, radiografie, visite specialistiche o lettere di dimissione in particolare correlate alla colonscopia 5. confezioni e/o elenco dei farmaci che si assumono abitualmente 6. attestazione del pagamento del ticket (tranne che per i pazienti esenti ticket) 7. certificazione di esenzione per reddito.

Source: http://www.robertovallini.it/files/Preparazione-Colonscopia.pdf

Microsoft word - lpr-ccent-document.doc

LARYNGOPHARYNGEAL REFLUX You have been diagnosed with laryngopharyngeal reflux, or LPR. This condition is due to a small amount of stomach acid and enzymes making their way into your larynx, or voice box. The condition is treated with medications as well as behavior and diet changes. While LPR is not a dangerous condition, there have been reported cases of patients developing cancer from chron

mdinteractive.biz

Measure #7: Coronary Artery Disease (CAD): Beta-Blocker Therapy – Prior Myocardial Infarction (MI) or Left Ventricular Systolic Dysfunction (LVEF < 40%) 2012 PHYSICIAN QUALITY REPORTING OPTIONS FOR INDIVIDUAL MEASURES: REGISTRY ONLY DESCRIPTION : Percentage of patients aged 18 years and older with a diagnosis of coronary artery disease seen within a 12 month period wh

Copyright © 2010-2014 Pdf Pills Composition