Farmacia italiana online: acquisto cialis in Italia e Roma senza ricetta.

Microsoft word - comunicatopfdc05.doc


Comunicato stampa n. 269/2005
PAROLE FUORI DAL COMUNE: GRAN TRITATO DI LETTERATURA, MUSICA, FILOSOFIA, CINEMA
Dal 28 ottobre al 16 dicembre nelle biblioteche del Sistema Bibliotecario del Vimercatese

Le riflessioni di Socrate e le fiabe della buona notte, il punk dei Gang e il ricordo di Pasolini, gli androidi di
Dick e l’ultimo film di Benigni, Delitto e castigo di Fedor Dostoevskij e Medici in prima linea. Tutto insieme,
gettato in un immaginario tritacarne, che mischia, rompe, fonde e crea pensieri, suoni, colori… parole,
Parole fuori da comune, la rassegna di incontri, appuntamenti e scontri organizzata dal Sistema Bibliotecario
del Vimercatese (associazione che coordina l’attività di 28 biblioteche comunale del Vimercatese e del
Trezzese), giunta quest’anno alla sua quinta edizione. Se stato cercando conferenze, dibattiti politically
correct, professori in giacca e cravatta o esperti da talk show, Parole fuori da comune non fa per voi. Si parla
di arte, di cultura, ma senza toni da manuale, con sarcasmo e ironia, fuori dagli schemi. Il pubblico non è uno
spettatore accondiscendente, ma un protagonista che può dire la sua.
L’edizione 2005 propone cinque filoni. Si tratta di Parole sul ring, 3° campionato di pugilato letterario e arti
varie. Il tumulto è iniziato due anni fa ed era poco più che una zuffa. Ma, si sa, violenza chiama violenza e la
rissa è presto divampata. Non si riesce a fermarla, sul ring si lotta senza esclusione di colpi. Ogni occasione
è buona per darsele di santa ragione. Oggetto del contendere, cinema, musica, serial tv e, naturalmente, la
cara vecchia letteratura. I match si svolgono secondo un regolamento che sarà applicato inflessibilmente. Ci
pensa il giudice di gara, implacabile e incorruttibile: il pubblico, rigorosamente non pagante. Sul ring ci si
sfiderà su Delitto e Castigo di Dostoevskij, Pinocchio di Collodi, il Cacciatore di androidi di Dick e ancora su
ER Medici in prima linea, La tigre e la neve di Benigni e sulla musica, con le improvvisazioni della Banda
Osiris. Non manca la sorpresa finale. Chiude la serie degli scontri una maga rissa a colpi di versi, rime
baciate e concatenate, enjambement e sinestesie. Si tratta del Poetry Slam, che, dopo aver infiammato le
Notti bianche di Milano e Roma, arriva a Vimercate giovedì 1 dicembre. Conduce la tenzone Lello Voce,
poeta e performer: dieci poeti, alcuni affermati, altri esordienti, si sfidano in una gara di improvvisazione.
Tutti contro tutti, giudicati, ovviamente, dai presenti a bordo ring.
Parole di Pier Paolo è un tributo all’opera di Pier Paolo Pasolini, in occasione del trentesimo anniversario
della scomparsa. Nanni Moretti, in Caro diario, esce dal centro di Roma a bordo della sua Vespa. In un
lunghissimo piano sequenza si dirige sul litorale, dove è stato eretto un piccolo monumento, dimenticato e
coperto dalle erbacce, nel luogo in cui è stato ucciso Pasolini. Con Parole di Pier Paolo si cerca di fare
qualcosa di simile: un lento e paziente avvicinamento alla figura di un uomo la cui memoria si è conservata,
nel cuore di molti, meglio di quel monumento. Parole di Pier Paolo è il tentativo di far risuonare una volta di
più, con letture, teatro e musica, una voce che non si può dimenticare. Ci pensano gli attori di TotemBlu,
Teatromusica Melikè e Compagnia DelleAli.
Un signore, in mezzo alla sala, racconta una storia, forse una fiaba. Tutto intorno occhi sgranati, bocche
sorridenti per un lieto fine o spalancate per la sorpresa. Agli angoli degli occhi sgranati, però, c’è qualche
ruga e qualcuna delle bocche spalancate sprofonda in una folta barba. Parole per adulti bambini è un
filone dedicato alle storie da ragazzi, ma per il gusto dei grandi. Perché le fiabe sono belle anche per chi ha
appena passato la giornata in ufficio, soprattutto quando c’è qualcuno che le legge bene e le fa rivivere. E
poi le storie cambiano ogni volta che le si racconta, si possono stravolgere, usare per parlare di argomenti
difficili. Per sei serate, nelle biblioteche del Sistema, voci esperte nel leggere ai bambini si cimentano davanti
a un pubblico di adulti. Dedicato a tutti quelli che hanno nostalgia della fiaba della buona notte.

Comunicazione evento a cura di:
Ufficio Stampa Comune di Vimercate

Ultimamente tutti si interessano alle mutande di Kant. Alcuni, un po’ giù di corda, pensano che Platone sia
meglio del Prozac
, mentre altri credono che, in fondo, non sarebbe male incontrare Socrate al caffè. Come si
spiega il boom editoriale di tutti questi libri di filosofia pubblicati di recente? Forse molta gente non ha niente
da fare oppure viviamo in un’epoca di grande confusione e abbiamo bisogno di risposte. Forse, ancora, ci si
sta rendendo conto che la filosofia non è roba da intellettuali. La prima ipotesi è plausibile, la seconda è
quasi certamente vera, la terza è affascinante. In fondo i filosofi, soprattutto i più grandi, si ponevano
domande di una semplicità disarmante, così semplici che ce le poniamo tutti. Così semplici, a volte, che è
quasi impossibile rispondere. Parole sagge nasce dalla convinzione che la filosofia fa parte della vita di tutti
i giorni. I filosofi invitati a Parole fuori dal comune hanno il compito di convincere tutti. Anche gli scettici.
Due persone che non si conoscono si incontrano alla fermata dell’autobus. Prima sospettosi, poi sempre più
disinvolti, iniziano a chiacchierare del più e del meno. Si scoprono entrambi attenti alla realtà che li circonda,
ricchi di opinioni, di idee, di rabbia e di entusiasmo. Il loro, però, non è un dialogo come tutti gli altri. I due
interlocutori sono un musicista e uno scrittore. Per comunicare, il primo usa le proprie note, l’altro le pagine
dei suoi libri. Parole in musica propone proprio questo: dialoghi tra musica e parole. Le biblioteche sono
un’immaginaria fermata dell’autobus. Quattro appuntamenti, quattro diversi dialoghi. Una serata densa di
ritmo e di impegno sociale con The Gang e Stefano Massaron; un viaggio tra cinema, narrativa e
sperimentazione con la Banda Putiferio ed Enrica Russo; una riflessione divertente, ma serissima, sul lavoro
precario, con Giorgio Falco (autore del fortunato libro Pausa caffè), accompagnato dai Cinemavolta; infine,
con Les Anarchistes, canzoni della tradizione popolare riarrangiate in chiave folk, alternate a poesie e
racconti, in un percorso capace di sorprendere e commuovere.
Parole fuori dal Comune è un vortice che inizia venerdì 28 ottobre e finisce venerdì 16 dicembre. L’ingresso
a tutte le serate è libero.
Per le informazioni sui singoli eventi, rimandiamo ai prossimi comunicati stampa e al sito
www.sbv.mi.it/IT/sistema/003/007/004/.
Alleghiamo al comunicato stampa il programma completo della rassegna.

L’Amministrazione Comunale, il 13 ottobre 2005

Comunicazione evento a cura di:
Ufficio Stampa Comune di Vimercate

Source: http://www.comune.trezzosulladda.mi.it/upload/qmvukb45vot4egn2bhadvp45200511140929comunicatoPFdC05.pdf

ijptonline.com

I. Bhattacharyya * et al. /International Journal Of Pharmacy&Technology IJPT ISSN: 0975-766X Available Online through Research Article www.ijptonline.com REVERSE PHASE HIGH PERFORMANCE LIQUID CHROMATOGRAPHIC METHOD FOR THE ANALYSIS OF BUPROPION HYDROCHLORIDE IN PHARMACEUTICAL DOSAGE FORM I. Bhattacharyya*1, S.P Bhattacharyya2, S Sen3 IDr B.C

gerechtigkeit-heilt.de

Que no se olvide, que no se repita Caravana Mapiripán Martes 28 de julio de 2009 12 años después de la masacre de Mapiripán – Meta, operada desde la Brigada 17 y la Brigada 7 encubierta por estructuras paramilitares, las víctimas en Caravana volvieron al espacio que era vida y se convirtió en barbarie. Llegaron al lugar que hace más de una década fue testigo del dolor causa

Copyright © 2010-2014 Pdf Pills Composition